IL RUOLO DEL BOICOTTAGGIO ACCADEMICO NELLA LOTTA CONTRO L’APARTHEID


Salim Vally, sociologo sudafricano nonché professore dell’Università di Johannesburg sarà a Cagliari per discutere del ruolo del boicottaggio accademico nella lotta contro l’apartheid.

L’appuntamento è per Lunedì 15 gennaio 2018 alle ore 17.00, Aula A, Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche via Sant’Ignazio da Laconi, 78 – Cagliari

Link all’evento: https://www.facebook.com/events/394427450980729/

Nel 1959 in Gran Bretagna nacque l’Anti-Apartheid Movement, un movimento di solidarietà internazionale che fece del boicottaggio uno strumento di lotta non violenta per l’abolizione del regime di apartheid in Sudafrica.

Il boicottaggio riguardò inizialmente le merci sudafricane, ma nel 1965 cinquecento docenti universitari britannici aderirono a una campagna di boicottaggio accademico e a partire dagli anni Settanta il Sudafrica fu espulso dalle principali manifestazioni sportive internazionali.

Quanto ha influito il boicottaggio internazionale nella fine dell’apartheid? Quali sono le analogie con la situazione che vive oggi il popolo palestinese? E che ruolo può avere il BDS (Boycott, Divestment, Sanctions Movement) nel costringere Israele a rispettare i diritti umani e il diritto internazionale?

In allegato locandina.

Associazione Amicizia Sardegna Palestina

BDS Sardegna

Studenti contro il Technion – CagliariLocandina Incontro con Professore Salim Vally_Cagliari_Lunedì 15 gennaio 2018